trasparenza

 albo

 servizi

gestione associata

INDICAZIONI OPERATIVE PER L’EFFETTUAZIONE SU BASE VOLONTARIA DEI TEST SIEROLOGICI SUL PERSONALE DOCENTE E NON DOCENTE OPERANTE NEI NIDI, NELLE SCUOLE DELL’INFANZIA, PRIMARIE E SECONDARIE PUBBLICHE, STATALI E NON STATALI, PARITARIE E PRIVATE E NEGLI ISTITU

Con ordinanza del 24 luglio 2020 n. 17 (GU n. 187 del 27-7-2020), il Commissario Straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19 ha fornito una serie di indicazioni operative finalizzate all’effettuazione su base volontaria del programma di test sierologici per la ricerca di anticorpi specifici nei confronti del virus SARS-CoV-2 sul personale docente e non docente delle scuole nell’intero territorio nazionale.
Il Ministero della Salute con la circolare n. 0008722 del 07/08/2020 ha fornito indicazioni operative che declinano le modalità di svolgimento di questo programma.
In particolare lo screening è rivolto al personale docente e non docente, operante nei nidi, nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie pubbliche, statali e non statali, paritarie e private e negli istituti di formazione professionale.
L’adesione alla campagna – che prenderà il via lunedì 24 agosto p.v. - è volontaria.
La campagna di screening viene effettuata mediante la somministrazione di un test rapido che avviene attraverso la digitopuntura (raccolta di sangue capillare attraverso una piccola puntura del polpastrello).
In caso di esito negativo al test il cittadino non ha obblighi né adempimenti da rispettare.
In caso di esito positivo o dubbio al test, il cittadino
- deve essere sottoposto al tampone nasofaringeo, che sarà effettuato entro le 48 ore successive all’effettuazione del test sierologico;
- deve restare in isolamento domiciliare fino alla comunicazione dell’esito del tampone (quindi a partire dal momento dell’effettuazione del test sierologico).
In caso di esito negativo al tampone il cittadino interromperà l’isolamento; se positivo diventerà caso accertato COVID-19, sarà sottoposto all’isolamento obbligatorio e sarà contattato da ATS per l’avvio della sorveglianza e per l’indagine epidemiologica.
La responsabilità della consegna del referto del tampone è in capo alla struttura che lo effettua.
La comunicazione dell’esito del test rapido verrà effettuata direttamente dal medico/operatore che effettua il test e non prevede la consegna di un referto.
Verrà invece regolarmente rilasciato il referto del tampone conseguente ad eventuale test rapido con esito positivo.

In allegato: Modello consenso informato

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (campagna per scuola_def.pdf)Modello consenso informato 266 kB

EMERGENZA SANITARIA

Come sanificare la mascherina

https://www.youtube.com/watch?v=0A1U-XexRDc

Link utili per informazioni sull'emergenza:

http://www.regione.lombardia.it

http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus 

© 2017 Sito web Realizzato da Studio K s.r.l. - Tutti i diritti riservati.