DENUNCIA ANNUALE QUANTITA' ACQUA PRELEVATA

    

  1. Chi deve presentare la denuncia?
  2. Quale è la modulistica da utilizzare?
  3. Cosa è necessario fare?
  4. Quale è la normativa di riferimento?
  5. Quali sono le sanzioni?

 CHI DEVE PRESENTARE LA DENUNCIA ?

Tutti i soggetti che prelevano acqua sotterranea devono presentare la denuncia entro il 31 MARZO DI OGNI ANNO e precisamente:

*per uso domestico (art. 93 R.D. 1775/33):”Sono compresi negli usi domestici l’innaffio dei giardini e orti inservienti direttamente al proprietario e alla sua famiglia e l’abbeveraggio del bestiame”. L’indicazione del consumo (mc/anno) può essere stimato non essendo obbligatorio per questi soggetti l’uso del contatore.

* per uso potabile di pubblico interesse (es. Enti Gestori, Comuni, …): sono tenuti a comunicare la denuncia dei quantitativi di acqua sollevata da ciascuno dei pozzi da loro gestiti;

* Per tutti gli altri usi(es.:irriguo, industriale, ittiogenico, igienico e ss.) devono comunicare i quantitativi di acqua utilizzata rilevati tramite apposito contatore da istallare obbligatoriamente e mantenere in buono stato di funzionamento ai sensi del D.G.R. del 26/01/2001 n. VII/3235

 QUALE E’ LA MODULISTICA DA UTILIZZARE?

La modulistica da utilizzare è unicamente quella allegata dalla D.G.R. del 26/01/2001 n. VII/3235 “A” come riportata in calce alla presente o scaricabile direttamente dal sito della Regione: clicca qui  a cui si rimanda per maggiori approfondimenti

Non saranno quindi accettati altri modelli rispetto a quelle espressamente previsti 

La modulistica si compone di diverse parti:

  • una scheda generale con tutti i dati anagrafici del titolare della derivazione d’acqua con notizie in merito all’insediamento del pozzo;
  • una scheda tecnica e specifica per ogni pozzo denunciato (Scheda A)

I moduli vanno compilati in ogni parte riportando i dati richiesti e barrando le caselle interessate i dati contenuti nelle sezioni riquadrate vanno obbligatoriamente riportati, in occasione d’ogni denuncia annuale, mentre i rimanenti vanno riportati solo in caso di variazione rispetto alla denuncia precedente.

 COSA È NECESSARIO FARE ?

L’utilizzatore d’acqua deve ritirare il modulo per la denuncia dei quantitativi d’acqua utilizzata compilare lo stesso in ogni sua parte, datarlo e sottoscriverlo presentarlo quindi in originale alla PROVINCIA DI LODI VIA FANFULLA 14 26900 LODI o a mano o con posta ordinaria, inviare copia a SAL s.r.l. Società Acqua Lodigiana Via Dell’Artigianato 1/3 26900 Lodi (LO). e copia consegnarla al Comune di S. Stefano Lodigiano

 QUALE E’ LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO?

  • D.Lgs 11 maggio 1999 n. 152
  • D.G.R. 26 gennaio 2001 n. VII/3235 e D.G.R. 8 giugno 2001 n. VII/4995
  • Deliberazione n. VII/12194 in data 21/02/2003 della Giunta Regionale

QUALI SONO LE SANZIONI?

L’omesssa o tardiva denuncia della quantità d’acqua prelevata da fonti autonome (pozzi, sorgenti, corsi d’acqua superficiali) sarà punita ai sensi dell’art. 54 c. 10bis del D.Lgs n. 152/99 con la sanzione amministrativa pecuniaria da 1032,91 euro a 5164,57 euro. Nei casi di particolare tenuità la sanzione è ridotta ad un quinto.

La stessa sanzione è applicata a tutti coloro che non provvedono all’installazione e manutenzione di dispositivi per la misurazione delle portate e dei volumi, eccezion fatta per i pozzi destinati ad uso domestico ex art. 93 del R.D. 1775/33

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (DENUNCIA ANNUALE MODULI.pdf)DENUNCIA ANNUALE MODULI.pdfModuli86 kB
© 2017 Sito web Realizzato da Studio K s.r.l. - Tutti i diritti riservati.